Radere la barba senza spendere un patrimonio

Anche sulla rasatura si può risparmiare. Un altro consiglio per uomini... ma magari le signore leggeranno lo stesso per fare ai mariti una capa tanta. Giusto pochi giorni fa il padrone di casa pubblicava un post sul regolabarba, strumento di rasatura estremamente funzionale ed economico. In questo post vorrei dare qualche suggerimento agli uomini che, per abitudine o moda o necessità, devono radere la barba diversamente.

Perché è vero che il regolabarba è uno strumento utilissimo, ma non tutti gradiscono uscire di casa con un millimetro di barba sulla faccia. C'è chi lavora in un ambiente nel quale si pretende una barba perfettamente rasata. C'è chi ha la fidanzata che se gli vede l'ombra della barba del giorno prima gli dice che sembra un criminale di guerra. C'è chi ha l'abitudine di radersi a fondo, magari non tutti i giorni, perché così facevano il nonno e il babbo e così fa anche lui. La barba - lunga e curata, scolpita, accorciata, rasata - è una questione di moda e abitudini, due argomenti che non ammettono discussioni!

Quindi ecco un post dedicato a chi si rade con il rasoio e non sa che potrebbe risparmiare: due passi che tutti possono fare, e in più un passo per chi ha tempo da perdere e la passione per le abitudini dei tempi che furono.

1. Il primo passo - che come dicevo possono fare tutti coloro che si radono con il rasoio - è questo. Andate in bagno e cercate la confezione dei rasoi usa e getta che usate tutti i giorni. Perché usate i rasoi usa e getta, vero? Se non li usate, passate al punto 2. Se li usate, allora contate quanti ne sono rimasti, dite loro che siete molto grati per il servizio reso in anni e anni di indefessa rasatura, e date loro l'addio. Con l'onore delle armi, naturalmente: usate quelli rimasti nella confezione.

Dopo girate qualche supermercato e compratevi un rasoio diverso, uno qualunque fra i vari multilama che si vendono oggigiorno, nei quali si sostituisce solo la testina a cartuccia. Prendete quello che vi pare, non fa differenza: vi piace il Gillette con 5 lame, il Wilkinson con 4? Trovate un vecchio Gillette a 3 lame, o magari a 2? Comprate quello che preferite, potete fare anche una scelta "estetica". Perché la verità è che sono tutti uguali, e il numero di lame influenza la rasatura in misura scarsa. Due lame sarebbero più che sufficienti, e anche con una sola in realtà ci si rade benissimo - come ben sa la Gillette che progetta di invadere l'immenso mercato indiano con un rasoio a cartuccia con una sola lama.

Avrete fatto un primo passo in un mondo più vasto, come direbbe Obi-wan Kenobi. Avrete rinunciato all'usa e getta, uno strumento del demonio dal punto di vista dello spreco di materie prime e di denaro. Pensate: prendevate un rasoio, costruito in plastica, e lo buttavate via dopo pochi utilizzi, anche dopo uno solo. A usurarsi erano solo le lame, ma eravate costretti a gettare via l'intero oggetto. Ora dovrete gettare solo la testina, non tutto il manico. Inoltre i multilama in cui si sostituisce solo la testina sono costruiti con maggiore cura rispetto agli usa e getta, e anche le loro testine sono di qualità superiore, se vi radete spesso - tre volte alla settimana, per esempio - noterete subito che le lame non si consumano così velocemente come quelle dell'usa e getta.

2. Tornate in bagno e prendete la bamboletta con la schiuma. Perché usate la schiuma in bomboletta, vero? Se non la usate, potete andare direttamente al punto tre, quello per gli amanti del vintage. Tutti gli altri dicano due parole di commiato per la bomboletta, e ovviamente continuino a usarla finché non è esaurita. Dopo andate al supermercato, sempre il solito, e compratevi un pennello da barba e un sapone.

Quanto ai pennelli non troverete una grande scelta. Di solito si trova un pennello della Wilkinson e uno della Omega distribuito dalla Proraso. Ma se andate in un negozio abbastanza fornito troverete molti modelli della Omega e potrete scegliere quello che più vi aggrada. Oppure compratelo su internet, e fatevi mandare a casa un pennello popolare, in setola o in materiale sintetico, o uno più blasonato e costoso, in pelo di tasso o crine di cavallo. In ogni caso l'unico aspetto che cambia è la morbidezza delle setole: per il resto funzionano tutti allo stesso modo, cioè benissimo.

Ora vi serve il sapone. Pennello e sapone da barba, come i barbieri di un tempo. Anche qui, prendete quello che più ispira, o quello che costa meno, o il sapone prodotto dalla ditta di cui usavate la schiuma, così vi sentirete "a casa" nonostante il cambiamento. Se non sapete cosa prendere, personalmente vi consiglierei una ciotola di Proraso classico, quello verde all'eucalipto: vi portate a casa un buon sapone ad un prezzo stracciato, rinomatissimo all'estero, dove lo si trova esposto nelle vetrine delle profumerie.

Rinunciando agli usa e getta e alla schiuma in bomboletta il risparmio sarà assicurato. Certo, dovete fare un investimento iniziale - il rasoio e il pennello - che però ammortizzerete in breve tempo. Trattate bene il pennello e durerà in eterno. (Prima di ricevere in regalo un pennello di tasso ho usato il setolone della Omega per 10 anni, e fa ancora il suo lavoro in mano a un amico al quale l'ho regalato. Indistruttibile). Il sapone che userete grazie al pennello costa poco e rende assai. Se anche vi fate la barba tutti i santi giorni, una ciotola da 150 grammi, che vi sarà costata a malapena 2,50 euro, vi durerà quanto meno sei mesi.



3. C'è anche un altro passo che può fare chi desidera un risparmio sui costi della sua rasatura. Ma non è un passo che tutti possono fare. Si tratta semplicemente di cambiare tipo di rasoio: rinunciare al multilama e comprare un bel rasoio di sicurezza.

Non tutti possono fare questo passo per due motivi.

  • Il primo è legato ai tempi della rasatura, che si dilateranno notevolmente. Se siete abituati a radervi in cinque minuti e a considerare questa attività solo una seccatura inevitabile, allora è meglio se rimanete felici possessori di un multilama. Perché radersi con il rasoio di sicurezza richiede venti minuti, se non mezz'ora - dipende da quante passate fate. Se siete fortunati e avete una barba che viene via subito, che basta una passata nella direzione del pelo, ve la cavate con dieci minuti, ma per tutti gli altri venti minuti saranno necessari (Ci fanno notare che 10 minuti potrebbe essere la stima media più adatta a tutti, con un po' di mano e con una barba non troppo dura dovrebbe essere quello il tempo impiegato). 
  • Il secondo è che dovrete imparare una vera tecnica, perché radersi con il rasoio di sicurezza è tutta un'altra cosa. Se imparate, vi verrà una mano leggera e ferma come quella di un chirurgo o di un meccanico. E niente paura: su internet trovate degli ottimi manuali che spiegano come ci si rade con il rasoio di sicurezza, e forum di appassionati sempre pronti a incoraggiarvi e darvi una dritta.

Per coloro che hanno una mezz'ora da dedicare a se stessi, magari non tutti i giorni, il rasoio di sicurezza può essere un'opzione da valutare, soprattutto se vi piacciono le cose particolari. 

Il rasoio di sicurezza è il rasoio dell'età industriale, di cui incarna alla perfezione il modo di intendere la produzione e il consumo. Veniva prodotto per durare tutta una vita e per sprecare il meno possibile. Non si buttava via una testina ogni volta che non taglia più: si gettava via solo la lametta.

Su internet ci si può comprare un rasoio di sicurezza di concezione e produzione moderna - se ne fabbricano ancora, e di eccellenti. Hanno un costo relativamente elevato, in genere sopra i 30 euro (sempre che non ve ne compriate uno di quelli per i mercati dell'Asia meridionale o della Russia, cosa che ve sconsiglio), ma in ogni caso ci si porta a casa un attrezzo che durerà in eterno e non richiede alcuna manutenzione, giusto un po' di pulizia. Oppure - ed è la soluzione che vi suggerirei se voleste fare una prova - potete comprarne uno usato, un vecchio Gillette per esempio. Su internet se ne trovano a camionate, anche in ottimo stato. Ma se vi fate un giro in qualche mercatino dell'usato della vostra città, o dal rigattiere, è probabile che vi capiti sotto il naso un rasoio di sicurezza a prezzo estremamente contenuto, non più alto di quello di un buon multilama, e generalmente più basso. Così ho comprato il mio, un Gillette Superspeed, 60 grammi di solidissimo ottone cromato. Lasciò la catena di montaggio nell'inverno del 1956, e a vederlo direste che è stato fabbricato ieri.

Il rasoio di sicurezza, che sia nuovo o vintage, rappresenta un vero investimento. Anche il costo elevato per comprarne uno nuovo di zecca si ammortizzerà rapidamente. Ancora più in fretta si ammortizzerà il costo di un usato prodotto per le fasce di consumo medio-basse, costruito in acciaio inossidabile e plastica o alluminio. Questo costo si ammortizzerà alla svelta perché per radervi dovrete solo sostituire le lamette, e le lamette costano una miseria. Se andate in un negozio di forniture per barbieri troverete almeno tre o quattro marche, molte delle quali vendono un pacchetto da 10 lamette al prezzo di 1 euro e qualche spicciolo, o poco di più.

Quanto durerà una lametta? difficile dirlo, lo devo ammettere. Dipende dal tipo di lametta, da quanto bene vi radete, da quanto è solida la vostra barba. Ma se anche avete una barba d'acciaio pralinato al titanio, con una buona lametta vi radete tranquillamente quattro o cinque volte, generalmente di più. Per un costo di 15 centesimi - se non è risparmio questo!


PS Se poi volete fare gli smargiassi potete comprarvi un rasoio vero, di quelli che usavano i barbieri una volta. Ma i costi iniziali saranno inevitabilmente molto alti - difficile trovare un buon rasoio a meno di 80 euro - e a questi dovrete sommarne almeno altrettanti per acquistare la coramella, e conteggiare di pagare l'arrotino una o due volte all'anno, sempre che non vogliate spendere un'altra cifra per acquistare la pietra per affilarlo da voi, e a quel punto vi servirà anche un rasoiaccio per fare le prove e imparare... e alla via così, sulla strada delle spese! Dovrete imparare una tecnica di rasatura del tutto nuova, e userete un rasoio dalla manutenzione costosa e impegnativa. Insomma, una vera smargiassata.

Post popolari in questo blog

Bricchetti - segatura compressala per stufe e caminetti che fa risparmiare

Come rendere la pizza meno calorica

Come trovare gli spifferi