Pietra refrattaria o forno pizza?

Qualche tempo fa un amico blogger mi parlò della possibilità di fare una pietra refrattaria per il forno di ad un costo molto contenuto, qualcosa di eternamente utile e figo!
Però con questa possibilità ci troviamo di fronte una scelta: meglio la pietra refrattaria fatta in casa per il forno o il fornetto pizza?

Con una spesa di circa 10 euro è possibile farsi da soli una pietra refrattaria per il forno da cucina (Qui il procedimento fatto dal mio amico), e questo fatto sembrerebbe far pendere l'ago della bilancia a favore di esso, perché 10 euro di spesa sono nulla in confronto ai 60-80 di un buon forno pizza.
Ma non è esattamente così...

Tempi di cottura:
Entrambi hanno tempi di cottura molto simili. Preriscaldamento della pietra di 10 minuti nel forno pizza, circa quindici minuti anche per la pietra nel forno.
Cottura pizza in pochi minuti, massimo cinque per entrambe le soluzioni.

Risultato:
La cottura è molto simile in entrambi i casi, anche se il forno pizza ha un leggero vantaggio dovuto alle temperature raggiunte. Infatti si possono superare tranquillamente i 350 gradi, mentre con il forno si arriva massimo a 250-300 gradi. Può essere un plus per chi ama la pizza cotta in una certa maniera, mentre può essere superfluo per altri. Dipende dai gusti.

Costo iniziale:
Un buon forno pizza che raggiunge buone temperature e ha la pietra refrattaria costa circa 80 euro, l'abbiamo visto, mentre la pietra refrattaria fatta in casa viene a costare circa 10, a differenza dei 40 di quella comprata già pronta.

Consumo energetico:
I forni pizza consumano da 1,1 kwh a 1,2 kwh, mentre un normale forno da cucina consuma anche 2kwh fino anche a 3kwh (dipende da modello, classe energetica e temperature raggiunte).
Benché i tempi di cottura siano uguali, cambiano i consumi, e di molto.


Dimensioni pizza
Sulla pietra refrattaria da forno è possibile cuocere delle pizze più grandi, l'unico contro è che si finirà con l'ingrassare più in fretta, hehehehe.



Conclusioni:
Fare la pietra refrattaria in casa è un'ottima soluzione a breve termine: economica, facile e da usare sul forno già presente in cucina. E' ideale non solo per le pizze, ma per molte altre ricette.

Il forno pizza invece, con i suoi consumi più che dimezzati rispetto il forno da cucina, è la soluzione ideale per contenere i costi in caso si ha intenzione di cucinare molte pizze, ma rispetto al forno da cucina ha un limite per quello che può cucinare: lo spazio. Con poco spazio si è costretti a cucinare diversamente. Ci si possono fare delle bistecche, ma dubito ci si potrà fare un pollo arrosto.

Insomma, se l'obiettivo sono molte pizze probabilmente il forno pizza è la soluzione migliore, se invece si è cuochi a 360° allora con molta probabilità sarà più comoda la pietra refrattaria.
Ovviamente nessuno vieta di comprarli entrambi, o comprare il forno e farsi la pietra, in caso le nostre esigenze comprendano sia cucinare molte pizze senza sacrificare un rene all'Enel e cucinare tante cose sfiziose.

Qualsiasi sia la scelta l'assoluta bontà delle pizze è assicurata! Non c'è metodo migliore della cottura su pietra refrattaria, ovviamente forno a legna a parte (anche se decisamente non è comodo quanto il forno elettrico!), e le pizze che sforneremo, qualsiasi sia stata la nostra scelta, saranno eccellenti.

Ricordate di seguire queste istruzioni in caso tu voglia risparmiare sulla pietra refrattaria!




Post popolari in questo blog

Bricchetti - segatura compressala per stufe e caminetti che fa risparmiare

Come rendere la pizza meno calorica

Come trovare gli spifferi