I forni pizza migliori - come sceglierli

Come abbiamo già avuto modo di vedere abbiamo acennato al forno pizza ma non abbiamo avuto modo di approfondire la questione, cosa che andremo a riparare in questa sede.
Perché ci sono alcuni accorgimenti durante la scelta del forno da comprare e nel suo utilizzo!


Se hai provato a fare la pizza in casa avrai già notato che si è buona, ma è più simile ad una focaccia più che ad una pizza classica.

Con il forno pizza si risolve questo problema: pizza vera e pronta in cinque minuti. Ma non tutti i forni pizza hanno questa caratteristica! Infatti la peculiarità del fornetto non sta tanto nella forma rotonda, apposta per le pizze, e alle temperature molto alte (se non sbaglio arrivano a 350 gradi celsius come minimo) ma sta nel fondo!

Il fondo di un fornetto pizza come si deve è fatto in pietra refrattaria! Guai prenderne uno senza, non sarebbe affatto la stessa cosa! Se raggiungono le giuste temperature non vengono focacce come i forni da cucina, ma decisamente il tocco della pietra refrattaria si fa sentire, e se teniamo conto che un forno senza pietra costa solo qualche decina di euro in meno capiamo subito che il gioco non vale la candela!

Pare che il migliore in circolazione sia il G3Ferrari Delizia (che ho preso), ma in generale questa marca è una delle migliori; avendolo usato posso assicurare che non è una esagerazione.
E recentemente il prezzo è anche sceso, per cui decisamente ci sono pochi motivi per cui non dovremmo scegliere un fornetto simile!

Abbiamo già citato la temperatura del forno pizza!
Come detto precedentemente le caratteristiche fondamentali sono: temperatura raggiunta e pietra refrattaria.
Ci sono forni pizza che costano 40 euro, ma se non raggiungono certe temperature e non hanno la pietra refrattaria non si differenziano poi tanto da un normale forno elettrico, tranne per i consumi.
Tieni bene a mente queste caratteristiche, perché solo con forni simili puoi avere risultati identici a quelli delle migliori pizzerie.


Come si usa il forno pizza?


E' facilissimo! Ma tenendo a mente alcuni semplici accorgimenti otterremo il meglio da esso:

Innanzitutto prima di cuocere le pizze bisogna riscaldare il fornetto a temperatura media (nel caso del mio a 2) e si lascia scaldare per 10-15 minuti (a 15 minuti ti fa la pizza molto croccante).

Quando poi mettiamo la pizza a cuocere aumentiamo la temperatura a 2,5 o 3, secondo i gusti, e lasciamo la pizza scaldare a scelta dai 3 ai 5 minuti.

Bisogna tenere a mente che la resistenza superiore di questo forno è a forma di omega, quindi non scalda uniformemente tutta la pizza, è quindi necessario girare la pizza una volta durante la cottura, così da non lasciare zone cotte in modo diverso.

Anche le dimensioni della pizza fanno la differenza! Per esperienza posso affermare con sicurezza che se ci piace bella croccante è meglio farla più piccola, mentre se non importa la croccantezza si può anche sfruttare al massimo la capacità del fornetto.

Se cade del pomodoro, del formaggio o in genere del liquido sulla pietra refrattaria questa può annerirsi. Non è un grosso problema, è solo un difetto estetico, ma non è facilmente risolvibile (alcuni sostengono che accendere il forno per mezz'ora aiuta a ripulire la pietra, ma non ho mai provato).
Un modo per evitare che si macchi il fondo, se proprio da fastidio, è quello di mettere un foglio di alluminio sotto la pizza. In questo modo si evitano macchie e annerimenti, ma la cottura sarà diversa: una pizza con sotto un foglio d'alluminio non sarà mai croccante quanto una pizza cotta direttamente sulla pietra.

Altro punto a favore del fornetto: non ci si cuociono solo le pizze!
Ci si possono fare caldarroste, crostate e altre prelibatezze (alcuni suggeriscono anche bistecche). Io con qualche esperimento ardito ho provato a farci del pane, con alcuni risultati interessanti ma faticosi (il forno è basso, se il pane si gonfia va a toccare la resistenza superiore e brucia).

Ci sono anche altri modelli in vendita oltre al G3Ferrari, hanno la pietra refrattaria e dovrebbero fare un buon lavoro, ma personalmente consiglio caldamente il Ferrari, lascia sbalorditi.

Prossimamente una sfida fra il forno pizza e il forno da cucina con pietra refrattaria!



Post popolari in questo blog

Bricchetti - segatura compressala per stufe e caminetti che fa risparmiare

Come rendere la pizza meno calorica

Come trovare gli spifferi