Fare l'orto in casa - qualità e risparmio

Molte persone già lo fanno per hobby, passione o passatempo, ma ci sono tanti altri motivi per cimentarci anche noi nel farci un orticello in casa, in giardino o sul balcone: è facile, non si spende troppo, si imparano molte cose interessanti e dopo aver appreso i segreti del "mestiere" avremo prodotti freschissimi e soprattutto a prezzo irrisorio.
Prima di tutto bisogna tenere a mente che il nostro orto non costituirà una certezza. Il prodotto può essere abbondante come scarso o peggio nullo. Ci sono tantissimi fattori a cui bisogna tenere conto, per questo motivo sarà necessario attuare alcuni accorgimenti per evitare di perdere tutto.

Bisogna innanzitutto ricordare che il nostro orto potrebbe essere assaltato dai parassiti, dai funghi e dalle malattie. Purtroppo è la natura e bisogna farci i conti. Potremmo vivere nel centro della città più grande del pianeta, che le malattie che colpiscono le coltivazioni in campagna colpiranno anche il nostro orticello.

Bisogna quindi attrezzarsi per combattere i parassiti: io a volte uso i ragni... Quando trovo un ragno non lo ammazzo, lo raccolgo e lo porto sul vaso. Si sa che i ragni sono cacciatori, e si mangiano i parassiti, o almeno una parte di essi, tenendone la popolazione a bada. C'è una certa soddisfazione nel trovare un ragno saltatore, portarlo su una pianta infestata dai moscerini bianchi (di per sé non troppo dannosi, ma che in grandi numeri finiscono con il far soffrire la pianta) e vederlo quasi subito saltare addosso agli odiati parassiti!

Purtroppo questo non basta affatto, a volte la natura è particolarmente bastarda: numeri assurdi di parassiti o malattie possono rovinare completamente il raccolto. Le scelte sono due: rinunciare ad una parte dei frutti o mettersi il cuore in pace e usare i prodotti adeguati. Purtroppo il "biologico" costa tanto appunto per questo motivo: raccolti molto scarsi...
Ci sono alcuni metodi indiretti, come la carta appiccicosa da appendere nelle vicinanze delle piante e che attireranno gli insetti dannosi, in ogni caso spetta a te se scegliere metodi indiretti o comprare gli antiparassitari. Se coltivi per avere qualcosa di sicuramente privo di sostanze potenzialmente dannose metti in preventivo di poter avere problemi con i parassiti.

Altro aspetto decisamente fondamentale: concimare il terreno. Per quanto sia buono quello che compriamo o troviamo in campagna o quello del nostro giardino, questo a lungo andare esaurirà il nutrimento e la capacità di nutrire le piante. E' matematico.
Un ottimo modo naturale e gratuito per concimare un terreno è quello di metterci della cenere e i fondi di caffè delle caffettiere. Anche le bucce di mandorla o altri prodotti organici aiutano tantissimo, e non è necessario compostarli.

Se non hai un terreno ti serviranno il terriccio e della terra mischiata con esso. Ovviamente se non si ha un terreno servono anche i vasi. Si possono comodamente comprare o creare da noi usando delle vecchie cassette da mercato: basta foderarle di plastica e fare dei forellini in fondo, o aggiungere argilla espansa, per evitare il ristagno e il gioco è fatto. E non si spende nemmeno nulla in più.

Altra piccola nota: almeno una volta all'anno sarà necessario comprare lo stallatico. Il letame gioverà tantissimo al nostro terreno, sia in cassetta che del giardino.

Personalmente ho trovato molto facili da coltivare la verdura e alcuni tipi di piante aromatiche. Meglio quelle che crescono con tutti i climi. Per cominciare è perfetta la verdura bionda da taglio a foglia riccia, resiste anche alla grandine e va decisamente alla grande! Per iniziare e cominciare a prendere la mano è perfetto. Ma anche seguendo i consigli di altri, online o di persona, riusciremo a coltivare praticamente tutto quello che vogliamo. Tranne se abbiamo solo un balcone, ovviamente, perché lo spazio materiale è il primo ostacolo per le piante che ne abbisognano in quantità...

E con la teoria siamo a posto... non rimane che fare pratica!


I vantaggi dell'orto in casa

Il vantaggio principale, oltre ad avere verdura e anche ortaggi sempre freschi e sicuri, è che non butteremo via più nulla! Siamo andati a cercare le patate in cucina e ne abbiamo trovato alcune gemmate, magari in stato avanzato? Non dovremo più buttarla! Prepariamo un vaso apposito (necessitano attenzioni differenti rispetto a molte altre coltivazioni) e ce le piantiamo. Dopo un po' avremo molte altre patate, buone da mangiare e fresche. L'aglio o la cipolla stanno andando a male e hanno tirato fuori i germogli? Piantiamoli! Cresceranno più numerosi di prima, da qualche spicchio d'aglio è pure possibile tirare fuori diverse teste complete. La cipolla poi tirerà fuori dei gambi che sono totalmente commestibili, per cui non solo non l'avrai buttata via, ma avrai ottenuto cibo in più.
E credetemi, non c'è cipolla con un aroma più forte di quelle fatte in casa!

Bene, i vantaggi sono tanti e un orto di modeste dimensioni non prende troppo tempo, ti piace l'idea?
In ogni caso a meno di non avere tantissimi vasi/terreno e di essere molto bravi nel coltivare avere l'orticello non soddisferà l'intero bisogno alimentare della famiglia (difficile anche solo di una sola persona), ma è un ottimo modo per risparmiare soldi e anche inquinare meno, se ci sta a cuore.

Volendo ci sono anche delle mini serre, per chi vuole coltivare tutto l'anno e non vuole rinunciare a nulla. In ogni caso come al solito ecco alcuni consigli:


Post popolari in questo blog

Bricchetti - segatura compressala per stufe e caminetti che fa risparmiare

Come trovare gli spifferi

Come rendere la pizza meno calorica