Come trovare gli spifferi

Dopo aver scritto a proposito degli enormi vantaggi portati dall'isolamento degli infissi, indicando gli spifferi come una delle principali cause della dispersione termica degli ambienti (e dei torcicollo infami) ho subito pensato che magari anche tu avresti potuto avere problemi nel trovare gli spifferi, visto che per me non è stato semplicissimo e ci sono voluti diversi tentativi.

Per individuare in maniera quasi certa l'origine di uno spiffero è necessario procacciarsi un sofisticatissimo dispositivo di rilevazione delle più piccole correnti d'aria: un pezzo di carta igienica.
Dopo essersi muniti di cotanto pezzo di finissima tecnologia lo dobbiamo personalizzare per le nostre esigenze: separa i due veli e con le forbici tagliane uno formando sottili striscie di carta, senza tagliare del tutto perché ovviamente se fossero lembi di carta separati tenerli sarebbe leggermente più scomodo.

Ora abbiamo in mano della carta talmente leggera che si muoverà visibilmente una volta che verrà toccata da uno spiffero d'aria, anche se questo spiffero è minimo.
Basta portarlo, con pazienza e cura altrimenti si muoverà per i nostri movimenti, vicino agli infissi per rilevare con ottima precisione gli infami spifferi.



Una volta individuati è sufficiente isolarli termicamente e il gioco è fatto.
Qui linko l'articolo su come fare, non costa molto e i vantaggi sono numerosi!

Così facendo, e con un po' di pazienza, individueremo con una precisione del 99% tutti gli spifferi che abbiamo in casa. Mi raccomando: non dare nulla per scontato. A volte sembra impossibile ci sia uno spiffero in certe zone della finestra, altre volte sembrano perfette, ma lo spiffero potrebbe nascondersi lì.

Posso testimoniare direttamente come l'aver tappato la maggior parte degli spifferi abbia aiutato a far aumentare la temperatura di diversi gradi, non solo nelle stanze con le finestre fallate ma anche nel resto della casa.

Il controllo va fatto almeno un paio di volte, perché chiudendo alcune fessure e bloccando l'aria, specialmente se lo spiffero era grosso, si provocherà un cambiamento di correnti, o qualcosa del genere, e ci troveremo ad avere degli spifferi dove prima non si sospettava affatto che ci fossero e non si trovavano nemmeno, quindi tappato un buco potrebbe presentarsene un altro che prima non faceva passare praticamente nulla ma dopo spiffera in allegria. Questa è stata la mia esperienza, magari a te non capita, in ogni caso meglio essere prudenti.

Se soffri spesso di torcicollo e fai sempre attenzione a non esporti a correnti, probabilmente la causa è uno spiffero.


Post popolari in questo blog

Bricchetti - segatura compressala per stufe e caminetti che fa risparmiare

Come rendere la pizza meno calorica