Recensione Mouse laser Logitech M150

Per la serie "chi spende meglio spende meno" mi accingo a recensire un mouse economico ma dalle qualità più che soddisfacenti: il Logitech M150, mouse laser con cinque tasti.

In passato avevo già usato dei mouse Logitech, e ne ero rimasto molto contento: qualità e solidità, durato ben due anni in cui era stato sfruttato tantissimo ma sostituito perché il tasto sinistro iniziava a perdere colpi.

In ogni caso attratto dal prezzo più che buono per un mouse laser (12,5 euro) ho deciso di comprarlo visto che il mouse che stavo usando (microsoft, stessa fascia di prezzo) visto che era una mezza porcheria (e qua ci ricolleghiamo al "chi spende meglio spende meno").

Quando ho visto la confezione in plastica il pensiero stava già rivolgendosi a tutte le divinità indù presenti passate e future, visto che l'altro rimpianto mouse aveva una scatolina di cartone, ma girando la confezione ho notato con piacere che il produttore ha avuto la misericordia di rendere la confezione facilmente apribile, con due linguette posteriori che aprono la plastica tratteggiata (il principio degli scottex in pratica), e già questo è un fastidio in meno.

Nella confezione non c'è nulla di che: il mouse, che ha il filo e non è wireless, e una bustina con i scontati manuali garanzia ecc. Il software va scaricato online, una suite di una settantina di mb, cosa che se ci si trova in luoghi sperduti potrebbe pesare un poco sulle balle.
Ma è anche vero che il mouse funziona egregiamente anche senza la suite SetPoint

Ma l'importante è il mouse in sé: il mouse è leggermente più piccolo dello standard della categoria, ma non piccolo "tunnel carpale portami via", infatti la differenza con altri è minima, e risulta molto comodo per chi non ha le mani come Gianni Morandi.
I tasti sono i canonici destro sinistro e centrale, più altri due posti nella rotella stessa che sono lo scroll orizzontale a destra e a sinistra (funzione comunque programmabile come si vuole).
A differenza del mouse microsoft che avevo in precedenza i pulsanti sinistro e destro sono "leggeri", cioè ci si clicca sopra senza troppi problemi. In quello microsoft si doveva premere veramente troppo forte, e se muovi il mouse mentre stai tenendo premuti due pulsanti hai la sensazione di fare pesca a strascico e di spellare il tappetino del mouse, oltre a stancarti il braccio e rallentare movimenti e precisione. Questo non ha tale problema, fortunatamente, ma potrebbe partire qualche click involontario ogni tanto.

Essendo un mouse laser la velocità e precisione sono fenomenali, tutto un altro pianeta rispetto al mouse ottico, unico difetto è che smette immediatamente di funzionare a nemmeno mezzo centimetro dal tappetino del mouse: non appena lo sollevi un poco impazzisce, un altro millimetro e non funziona più. Altri mouse solitamente lasciano più margine, ma è comunque un difetto su cui si può sorvolare visto l'altissima precisione e sensibilità non ci porterà a sistemare il mouse troppo spesso.

Parlando di dettagli leggermente meno importanti, ma fino ad un certo punto di vista, possiamo dire che i materiali con cui è costruito sono molto buoni. La plastica è lucida e liscia, con un bordino gommato che aiuta la presa e il fondo con colori sgargianti (la colorazione si può scegliere fra diverse opzioni in ogni caso). In generale la sensazione è che siano materiali di qualità, e non plastichetta da quattro soldi.
Il mouse pesa leggermente di più rispetto alle controparti che hanno dimensioni maggiori, ma a differenza di quanto recensito da qualcuno su Amazon non è un crimine contro l'umanità e ci si farà presto l'abitudine. Del resto i mouse wireless a batteria pesano parecchio di più in confronto, non si tratta di un macigno.
Il mouse è USB, e il cavo è sufficientemente lungo da garantire comodità in qualsiasi caso.

Riassumo i pregi:
Preciso e veloce.
Buoni materiali.
Compatto.
Ottimo per la fascia di prezzo.
Cinque tasi, i due in più non stanno in mezzo ai piedi.

E alcuni difetti che non incidono troppo sulla valutazione finale:
Se sollevato appena dal tappetino impazzisce o non manda più segnali.
Leggermente più pesante della media.
I driver (per le configurazioni avanzate) devono essere scaricati a parte

Una cosa inspiegabile è perché il mouse colore "coconut" cioè bianco sopra e verde chiaro sotto (bello da vedere) costi 12-15 euro mentre gli altri colori costano 20-22 euro... veramente senza senso.

In ogni caso il mouse è ottimo, comodo ed economico. Decisamente meglio dell'altro, con pochissimi DPI (lento come l'anno della fame) e il cui tasto sinistro ha comiciato a dare qualche proplemino (il classico click moltiplicato, non so se lo hai già sperimentato di persona) già dopo un mese di utilizzo...

Chi spende meglio spende meno, per cui l'acquisto di questo mouse Logitech è consigliato.


Post popolari in questo blog

Bricchetti - segatura compressala per stufe e caminetti che fa risparmiare

Come rendere la pizza meno calorica

Come trovare gli spifferi